Un dolce che profuma di cocco, vaniglia e oriente

by Maky | June 5th, 2010 |

Ma cosa sarà mai questa cosuccia che vi propongo? Lo dice il titolo, è un dolce al cocco e vaniglia che mi ha insegnato Fatima una mia amica filippina. Avevo del latte di cocco in dispensa che rimaneva lì a guardarmi un po’ depresso, il mio mitico estratto di vaniglia e il riso glutinoso che ho comprato a Verona. Il dolce è semplice da fare, non richiede particolari doti culinarie e nemmeno tanto tempo, importante è la cottura del riso che va fatta al vapore. Questo è un dolcetto che si abbina bene al sushi senza dover per forza ricadere sul classico sakura mochi (che tanto amo ma che purtroppo non è sempre alla mia portata). Potete prepararlo anche il giorno prima e tenerlo in frigorifero perchè va mangiato freddo. La consistenza del riso glutinoso è molto particolare, è morbidissimo, bianchissimo e appiccicosissimo. L’ho comperato in un supermercato a Verona dove c’è proprio di tutto. Dimenticavo…non conosco il nome di questo dolce, a voi la ricetta!

Dosi per: 4 Difficoltà : facilissima Tempo: cottura 35 min

Utensili: vaporiera+pentola antiaderente+pirofila rettangolare+pentolino

Cottura: vaporiera+fornello

Ingredienti:

  • 1 bicchiere e 1/2 di riso glutinoso
  • 1 bicchiere e 1/2 di acqua
  • 7 cucchiai di zucchero
  • 3 o 4 cucchiai di cocco gratuggiato
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • 80 ml di latte di cocco

Procedimento:

Mettete a cuocere il riso nella vaporiera senza lavarlo per 35 minuti.

In una pentola antiaderente versate il latte di cocco, l’estratto alla vaniglia e 3 cucchiai di zucchero.

Quando il riso sarà cotto unitelo agli ingredienti nella pentola antiaderente mescolandolo bene. Cuocetelo sulla fiamma bassa in modo da fargli assorbire tutto il liquido.

Ricoprite la pirofila con la pellicola trasparente facendola aderire bene ai bordi e versateci il riso pareggiandolo con un cucchiaio di legno o con le mani umide.

In un pentolino fate il caramello con 4 cucchiai di zucchero e un goccio d’acqua.

Quando il caramello è pronto versate il cocco gratuggiato mescolando bene facendolo cuocere per un altro minuto.

Versate il caramello al cocco sulla superficie del riso.

Aspettate che si raffreddi e ricopritelo con la pellicola tenendolo in frigorifero per mezz’ora.

Servitelo tagliandolo a cubi di 3 cm di lato.

Suggerimenti:

Per colorare bene il cocco dovrete fare un caramello abbastanza scuro.

Questa ricetta fa parte della raccolta

11 Responses to “Un dolce che profuma di cocco, vaniglia e oriente”

  1. Ammetto che ho provato poche volte la cucina orientale e non tutto è stato di mio gradimento,ma questo è senza dubbio fantastico! Mi sembra davvero ottimo e il caramello con il cocco deve essere proprio una goduria! Complimenti

  2. l’aspetto è invitante, è un dolcetto molto elegante…originale

  3. Complimenti per questo dolcetto delizioso ed esotico!!! adoro il latte di cocco, di solito lo infilo ney curry…ma in questa versione dolce devo provarlo!

  4. sembra morbidissimo e tanto profumato!

  5. Ambra says:

    Aspetto delizioso e poi…amo il cocco!!!!Bacio

  6. Anonymous says:

    Molto invitante e interessante, mi piace la cucina orientale e soprattutto quella giappo. Bellissimo anche il tuo blog. :-)

    Monica

    P.S. non è che mi potresti dire in che supermercato di Verona? Grazie 1000 :-)

  7. @Donatella: è un dolcetto che sfizia, con un sapore delicato, non troppo dolce e cocco-loso!

    @paolo: grazie chef!

    @terry: Sai che un’amica brasiliana di mia sorella lo mette nei gamberi, ha detto che è fenomenale!

    @alem: si è profumato ma non esageratamente, il latte di cocco purtroppo ha un profumo tenue tenue..

    @Ambra: dolcetto gudurioso X3

    @Monica: al Tosano di Bovolone, fidati che trovi cose che non si trovano tanto facilmente in giro!

  8. IO VOGLIO quel riso…lo VOGLIO…ma non lo trvo qui ad Asti :-(((

  9. Mannaggia, non saprei proprio dove indirizzarti, questo in pratica è il riso che usano i giappi per fare i sakura mochi.

  10. gnam gnam i like it!

  11. Susan says:

    Ciao sono Susan, nazionalità filippina. Il dolce di riso si chiama “Biko”.
    Ancora meglio se si mette lo zucchero di canna.
    Buon appetito!!

Leave a Reply