Il seitan di manitoba

by Maky | June 10th, 2010 |

Il mio stravolgimento alimentare sta procedendo bene, non sento esageratamente la mancanza della carne (forse perchè ne ho sempre mangiata pochissima) mi sento più leggera, digerisco prima e sono più tranquilla. I lati positivi dell’alimentazione vegetariana sono molti e non sto ad elencarveli perchè basta che facciate una piccola ricerca su internet per trovare le risposte alle vostre domande. Non è facile però abbandonare la carne, a livello psicologico è semplicissimo ma il problema che mi si pone spesso è quello che riguarda le consistenze. Non sono ipocrita, ogni tanto godo quando sento il profumo delle grigliate che aleggia nell’aere la domenica all’ora di pranzo ma appena capisco che sto annusando, scusate la crudezza delle parole, “un essere che cuoce” mi fa venire la pelle d’oca. E’ per questo che ho detto basta alla carne e al pesce, per rispetto della vita di tutti gli esseri, mi sembrava assurdo il fatto di mangiare un panino al prosciutto e non sentirsela nemmeno di schiacciare una zanzara per non privarla del suo diritto di vivere…è una situazione un po’ complicata anche se molto semplice in realtà. Il problema delle consistenze è questo: la carne nelle pietanze è incredibile! Pensate alle cotolette, ai patè o agli arrosti, come si può sopperire a tutto questo? Così sono andata alla ricerca di un ottimo sostituto anche a livello nutrizionale: il seitan. Tempo fa avevo provato a produrre il seitan integrale, era troppo spugnoso per i miei gusti ma ottimo da macinare e da trasformare in burger o affini. Volevo un sostituto degno, con la consistenza giusta ed ecco che ho sperimentato il seitan fatto con la farina di manitoba. E’ molto simile alla carne di tacchino mentre il sapore varia in base agli ingredienti aggiuntivi. Ho seguito la ricetta del video che vi riporto sotto facendo delle modifiche nei tempi di cottura, vi consiglio di dimezzare le dosi perchè impastare 2 kg di farina senza una planetaria diventa un po’ complicato. Per curiosità ho fatto un confronto con quello venduto nei supermercati e vi devo dire che non c’è differenza. La farina di manitoba costa 0,79 eurocent al kg mentre il seitan costa 2,60 euro di 240g. Con 1 kg di farina si fanno circa 750g di seitan…vi lascio ai vostri calcoli, a voi la ricetta!

Dosi per: 750g Difficoltà : facilissima Tempo: riposo 30 min + cottura 1h

Utensili: pentola+canovaccio pulito

Cottura: fornello

Ingredienti:

  • 1kg di farina di manitoba
  • acqua
  • 30 ml di salsa di soia
  • rosmarino

Procedimento:

Fate un impasto sodo, nè troppo duro e nè troppo appiccicoso con farina e acqua.

Lasciate riposare per 20 minuti.

Prendete la palla di impasto e sopra ad un colapasta sciacquatela sotto l’acqua corrente stirandolo e impastandolo fino a quando l’acqua di lavaggio non diventerà trasparente (ci vorrà circa mezz’ora) in modo da recuperare solo il glutine. Lasciatelo riposare per 15 minuti.

Nel frattempo mettete a bollire in una pentola 30 ml di salsa di soia, un rametto di rosmarino e acqua.

Create un rotolo con il glutine e avvolgetelo in un canovaccio pulito.

Chiudete bene il canovaccio e mettetelo a cuocere per un’ora circa.

Lasciate raffreddare il seitan ancora avvolto nel rotolo che aprirete  solo quando è freddo.

Suggerimenti:

Quando chiudete il glutine nel canovaccio appuntate i bordi con degli spillini in modo da fargli tenere bene la forma.


8 Responses to “Il seitan di manitoba”

  1. Quanto può durare il seitan preparato in casa?
    qualche giorno in frigo?

  2. Mmmm non saprei, di solito taglio subito delle bistecchine oppure faccio delle preparazioni (tipo ragù o spezzatini) che poi congelo e uso quando più mi fa comodo, il seitan non ha i tessuti come la carne e in freezer si rovina meno.

  3. Anch’io sono stato vegetariano per anni poi sono tornato a mangiare carne e pesce..ma un uso molto limitato
    in bocca a lupo

  4. Grande Maky…anche io sono vegetariana da poco e da poco ho provato a fare il seitan: ora è una vera droga…troppo bono!!!!!!!!!!!!! dobbiamo essere orgogliose della nostra scelta!!!! w il mondo!

  5. Io sono orgogliosa sisi!!!

  6. Il seitan fatto in casa?!? Non immaginavo nemmeno che si potesse fare! Un procedimento interessante, e anche se non è il mio genere… non si sa mai, può sempre tornare utile. Perciò grazie per la descrizione del procedimento. A presto

    Sabrine

  7. Ma sai che spessissimo mi sento perfettamente ignorante in campo culinario, pur essendo praticamente “nata tra i fornelli”?!? Sembra scontato ma… non si finisce davvero mai d’imparare! Grazie per la condivisione di questa preparazione!

    Un bacione…

    Ele :)

  8. @Sabrine d’Aubergine: il seitan fatto in casa è una delle cose più semplici da fare e pensare che nei negozi costa uno sproposito, l’unica cosa un po’ pallosa è la fase del lavaggio, un bacione!

    @Ele: ma smettilaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! Piuttosto ho bisogno di alcune dritte da te ciccola!

Leave a Reply