Caesar salad vegetariana con uovo in camicia

by Maky | May 31st, 2011 |

Questa tavola è opera di “Roberto Bixio x Costa Crociere”

Come si combinano un famoso chef francese con una vegetariana? Beh, con una ricetta da urlo! E’ così che dopo aver letto il procedimento per fare le uova in camicia sul libro “Uova” di Michel Roux e colta da una marea di acquolina in bocca mi sono messa a sperimentare un a caesar salad leggera, saporita e molto proteica. I segreti per fare un uovo in camicia perfetto sono molti, uno è quello di creare un vortice nella pentola dell’acqua bollente facendo scivolare al centro del vortice l’uovo rotto in una ciotolina (mai romperlo direttamente nell’acqua), un altro è quello di aggiungere dell’aceto nell’acqua per far rimanere bianco l’albume, un altro ancora è quello di utilizzare solo uova freschissime di ottima qualità (visto e considerato che è il protagonista assoluto della ricetta) e a temperatura ambiente e in fine quello di raffreddare l’uovo in camicia dopo una cottura di 1 minuto e 1/2 in acqua gelata. Sembra difficile ma vi assicuro che è più facile a farsi che a dirsi. Non vi lasciate spaventare dal procedimento, dopo il primo pastrocchio vi assicuro che verrà da se. Un appello a voi vegetariani: usate il parmigiano fatto con il caglio microbico, usare caglio animale non va bene perchè estratto dallo stomaco (abomaso) di vitelli o ovicaprini lattanti, o di maiale. Qui la lista dei formaggi con caglio microbico (vegetale) venduti nei supermercati. Ma ora un po’ di storia: la Caesar Salad tradizionale è stata inventata negli USA dallo chef italo-americano Cesare Cardini il 4 luglio del 1924 che rimasto senza ingredienti si è visto costretto ad inventare questa prelibata insalata (che “peccato”!!!!). Non mi resta che darvi la ricetta!

Dosi per:Difficoltà : facilissima Tempo: 10 min

Utensili: pentola larga+ciotola+pelapatate+cucchiaio di legno+padella antiaderente

Cottura: fornello

Ingredienti:

  • 1 uovo
  • acqua
  • 3 cucchiai di aceto di vino bianco
  • 4 foglie di lattuga romana tagliate a pezzi di 4 cm
  • pane tipo pugliese tagliato a cubetti di 1 cm
  • scaglie di Parmigiano fatte con il pelapatate
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • 1 cucchiaino di senape di dijone
  • un cucchiaio di succo di limone
  • un cucchiaio di parmigiano appena grattugiato

Procedimento:

Portate a bollore l’acqua in una pentola larga.

Versate l’aceto di vino bianco, rompete l’uovo in una ciotolina, create un vortice nell’acqua con un cucchiaio di legno e versate l’uovo nella parte centrale del vortice.

Appena il vortice accenna a fermarsi ruotate con delicatezza l’uovo in modo da fargli prendere una forma più rotonda.

Fate cuocere per 1 minuto e 1/2.

Trascorso questo tempo mettete l’uovo a raffreddare in acqua ghiacciata per alcuni minuti per bloccare la cottura. L’uovo in camica si può conservare in acqua fredda nel frigorifero per tre giorni e all’occorrenza riscaldato nuovamente in acqua bollente per pochi secondi ma per questa ricetta avremo bisogno dell’uovo freddo onde evitare che l’insalata appassisca con il calore.

Friggete il pane in una padella antiaderente con l’olio extravergine d’oliva fino a quando è dorato. Scolate su della carta assorbente e mettete da parte.

Fate una salsa con: olio extravergine d’oliva, sale, pepe,1 cucchiaino di senape di dijone, un cucchiaio di succo di limone, un cucchiaio di parmigiano appena grattugiato. Emulsionate bene con un cucchiaio.

Montate il piatto mettendo alla base la lattuga romana, i cubetti di pane croccante, l’uovo in camicia, le scaglie di parmigiano e condite con la salsa alla senape.

Suggerimenti:

E’ una ricetta molto veloce e sostanziosa, vi consiglio di utilizzarla come piatto unico auando avete ospiti improvvisi a cena.

Questa ricetta partecipa a


CIBVS

Leave a Reply