Di risotti improvvisati e aggeggi infernali

by Maky | April 25th, 2012 |

 

Sbaglio o ultimamene mi faccio viva un po’ troppo spesso? Ci credete che per fare questo risotto c’ho messo un mese?! Si ragazzi, un giorno ho comprato le carote, dopo una settimana le patate vitelotte, per non parlare di quando mi sono accorta che il frigo era letteralmente vuoto e mi sono dovuta barcamenare in questa impresa usando delle carote un po’ mosce, delle patate viola, dell’aneto tritato e il fondo della bottiglia del vermut (non possedendo del vino bianco di qualità).

Che schifo vero? Invece no, poesia estrema! Ho scoperto che le vedure migliori per noi esauriti senza tempo sono le carote e le patate, si conservano a lungo e vanno bene “anche da mosce”. Ovviamente il freezer è una mano santa, ho comprato l’aneto al mercato, l’ho tritato e l’ho congelato in una busta da utilizzare all’occorrenza.

Risotto alle carote nantesi, aneto e vermut con chips di patate vitelotte (patate francesi a polpa viola). Un risotto, come ho detto prima, uscito dal nulla spettacolare come la pioggia in una giornata di sole.

 

 

Ma come ho fatto a fare queste chips dalle sfumature violacee iper fashion? Dovete sapere che i single hanno la tendenza ad accumulare una marea di folli aggeggi infernali adatti a tutte le occasioni, io accumulo aggeggi di cucina che reperisco su ebay. Più sono strani e più mi piacciono,  come questo slicer che fa le chips al microonde, una scoperta incredibilmente utile!

 

 

L’aggeggino in questione crea chips in sei minuti utilizzando l’enorme potenziale del microonde sfornando una dose perfetta per chi bivacca in solitario (in realtà io mi accontento di poco!). Ho provato a farmi le chips di carota, zucchina, zucca e daikon e sono tutte meravigliose…immagino che dopo questo articolo molti di voi se ne innamoreranno e lo acquisteranno al volo!!!

Ora voglio sapere tutto di voi e dei vostri inutili aggeggi infernali…so che li avete e so anche dove li tenete! E’ una droga della quale non potete fare a meno, vi rapisce, vi stordisce e vi rallegra. E’ per questo motivo che quegli aggeggi hanno tutti quegli invitanti colorini sparafleshati.

Forza confessatemi i vostri acquisti più strani e ricordatevi, la vostra piratessa non si scandalizza di niente!!!

 

 

 

Questa ricetta fa parte della raccolta

6 Responses to “Di risotti improvvisati e aggeggi infernali”

  1. WOW! Geniale!

  2. Anhc’io ho le patate vitelotte di là che attendono da un po’ di essere cucinate…è che vorrei farci qualcosa di speciale ma non ho molto tempo da dedicare loro in questo periodo… speriamo che resistano a lungo… cmq qsto risotto sembra fantastico!

  3. Che belle le patate vitellotte: le avevo viste solo cucinate in purea e non avevo considerato che sono blu-violette anche fuori. (A dire il vero non sapevo nemmeno che si chiamano così).

    Dunque, il mio massimo di tecnologia in cucina è stato lo snocciola-olive (“Olive? Ma a me serve per una torta di ciliegie” “Cara, snocciola anche le ciligie. L’hanno chiamato così perché un nome bisognava pur darglielo” “Ah, tipo il riga-limoni, che però può rigare anche le arance, i bergamotti , cedri, i mandarini, i…?” “Ecco, sì. Glielo incarto?”).

  4. Complimenti per la ricetta!!!!! :)
    Noi di Ma.De.Co. produciamo e commercializziamo le patate Vitelotte con il marchio “Lady Viola”. Sulla nostra pagina Facebook (facebook.com/madecogrottedicastro) postiamo molte delle nostre ricette e videoricette. Spesso ci capita di pubblicare anche ricette di altri utenti. Certamente faremo conoscere la tua buonissima ricetta ai nostri fan!
    Seguici su Facebook!!!

  5. Valentina: hai visto che aggeggino?!

    Agnese: le chips sul risotto ci stavano a meraviglia, mai abbinameno fu più azzeccato!

    Lorenz: hahaha mi fai morire!

    Ma.De.Co. Srl: Grazie per i complimenti. Le Lady Viola le conosco già da tempo, sono contenta che siano arrivate anche a Firenze, lo speravo davvero tanto. Visiterò la vostra pagina Facebook, sarò una vostra grande sostenitrice…è un prodotto magnifico!

  6. Ciao, forse non è la priam volta che mi imbatto nel tuo blog ma è la prima volta che me lo sono un po’ “spulciato leggendo qua e là un po’ di ricette…Voglio farti i miei complimenti per le bellissime ricette che proponi, molto originali e ben curate…Sei molto brava e mi piace la tua voglia di sperimentare…un abbraccio, Martina

Leave a Reply